– 37

– 36
décembre 16, 2018
– 38
décembre 14, 2018
#MyWYDExperience è segnata dalla frase del Padre Nostro “Sia fatta la tua volontà”. Nel 2010 ho fatto il concorso per essere volontaria a Madrid, sono stata presa, ma per varie ragioni non ho potuto partecipare “fisicamente”. Quando è stata annunciata Rio 2013 ho deciso di partecipare come volontaria e di aiutare nell’accoglienza dei pellegrini internazionali nel mio Paese. Dopo il fallimento di Madrid, Nostro Signore ha benedetto la mia comunità parrocchiale a Sao Paolo con il passaggio delle insegne della GMG. Con questo, Dio mi ha detto per la prima volta nella mia vita, durante la GMG, “Sono io che decido”.
Durante la GMG 2013 anche altri momenti che avevo “sognato” sono stati completamente ripensati da Dio: dalla mansione che avevo come volontaria (che è cambiata almeno 3 volte) all’alloggio (molto lontano dalle cartoline turistiche di Rio de Janeiro), fino alle condizioni della parrocchia che ci ospitava (molto calore umano per compensare l’acqua fredda dei bagni). Durante quei 15 giorni, ogni cosa mi ha mostrato che l’amore di Dio è perfetto: era bello vedere come l’amore di Nostro Signore si manifestava nella comunità di Magalhães Bastos – Parrocchia di São José, le cui famiglie hanno aperto le loro case per offrire bagni e caldi abbracci ai volontari! Sono sempre commossa quando ricordo la veglia sulla spiaggia di Copacabana, durante la quale milioni di persone hanno adorato l’Eucarestia in silenzio. Poi la frase del Papa all’incontro con i volontari “Abbiate il coraggio di essere felici!”
Ho lasciato Rio, convinta di essere una volontaria anche a Cracovia. E ancora una volta, Dio me lo ha concesso. La GMG di Cracovia è stata un’esperienza totalmente diversa dalla mia precedente GMG. Per me è stato un esercizio di presa di consapevolezza, di radicamento in profondità dell’idea di “servire”: la Volontà di Dio ha bisogno di spazio, “è necessario che lui cresca e che io diminuisca” (Job 3 30). Da quel momento ho capito che Gesù è sempre sul pezzo, non solo quando ne abbiamo bisogno o quando “abbiamo tempo”. L’amore è esigente, ha bisogno di un’attenzione costante e chiede tutto te stesso.
Tra il 2016 e il 2019 ho riflettuto sull’amore di Dio e sul suo progetto per la mia vita. Ho avuto molti dubbi sul fatto di andare a Panama come volontaria. Pensando alle GMG di Rio e Cracovia, ho capito che la decisione non è mai mia, che il primo passo è rendermi disponibile. Contemplandolo, ho capito che allo stesso modo in cui Dio ha rinvigorito la mia fede e rafforzato la mia adesione a Lui alla GMG, così può farlo anche con le vite di altre persone.
Per questo, mi sono candidata per essere ancora volontaria e mi tengo pronta, se Dio vorrà, a servire ancora una volta a Panama, senza dubitare, con un cuore aperto e disponibile ad aiutare altri giovani a scoprire la bellezza di essere amati da Dio e di corrispondere questo amore con le nostre vite.
Livia Miranda, Bresíl