Papa Francesco:’’Cari giovani, siate maestri e artigiani della cultura dell’incontro!’’

Siate‘’terra di convocazione e di sogno’’ per vincere l’ingiustizia e l’egoismo
Gennaio 24, 2019
Padre Rafael Alvarez (Casa Italia): “Per i giovani la Gmg trova senso solo nell’incontro personale con Dio”
Gennaio 25, 2019

Papa Francesco:’’Cari giovani, siate maestri e artigiani della cultura dell’incontro!’’

E’ un appello ed un invito ad essere ’’artigiani della cultura dell’incontro’’, quello che Papa Francesco ha rivolto ai 350 mila giovani accorsi da tutto il mondo al Campo di Santa Maria La Antigua per ascoltare il successore di Pietro.

’’Cari giovani – ha detto Francesco - voi ci insegnate che incontrarsi non significa mimetizzarsi, né pensare tutti la stessa cosa o vivere tutti uguali facendo e ripetendo le stesse cose, ascoltando la stessa musica o portando la maglia della stessa squadra di calcio’’. No, ha ribadito il Papa. Promuovere la cultura dell’incontro significa ’’avere il coraggio di mantenere vivo un sogno comune’’. Il sogno ’’E’ Cristo. Che ci ha dato la sua vita’’.

Si rivolge ai giovani, Francesco, consapevole dei sacrifici che hanno fatto per essere presenti a questo appuntamento. ’’Con i vostri gesti e i vostri atteggiamenti, coi vostri sguardi, desideri e soprattutto la vostra sensibilità, voi smentite e screditate tutti quei discorsi che si concentrano e si impegnano nel creare divisione, nell’escludere ed espellere quelli che ‘non sono come noi’’’.

Francesco sa che questi giovani sono venuti a Panama con molte aspettative. Per questo li ha incoraggiati ad andare avanti nel cammino. ’’Oggi sono contento di dirvi: Pietro è con voi per celebrare e rinnovare la fede e la speranza. Pietro e la Chiesa camminano con voi e vogliamo dirvi di non avere paura, di andare avanti con questa energia rinnovatrice e questo desiderio costante che ci aiuta e ci sprona ad essere più gioiosi e disponibili, più ’testimoni del Vangelo’’’.

Un cammino, ha precisato Francesco, che porta verso ’’un amore che non si impone e non schiaccia, un amore che non emargina e non mette a tacere, un amore che non umilia e non soggioga. È l’amore del Signore, amore quotidiano, discreto e rispettoso, amore di libertà e per la libertà, amore che guarisce ed eleva. È l’amore del Signore, che sa più di risalite che di cadute, di riconciliazione che di proibizione, di dare nuova opportunità che di condannare, di futuro che di passato’’. Per questo, il Papa, domanda provocatoriamente a tutti I presenti:’’Credi in questo amore?’’ È un amore che “vale la pena”? ricevendo dai giovani una risposta affermativa forte e chiara. ’’Bene. Non abbiate pura di amareǃ – ha ribadito Francesco - non abbiate paura di questo amore che e’ servizio, di questo amore che riempie la vitaǃ’’. Indicando la Vergine Maria come modello di questo amore.

All’inizio della cerimonia, Francesco e’ stato accolto dall’Arcivescovo di Panama, Mons. José Domingo Ulloa. ’’Abbiamo pregato tanto per questo momento storico. Pietro e’ presente in questo piccolo istmo per rinnovare e confermare la nostra fede’’. A dare il benvenuto a Papa Francesco, una coppia di giovani di ogni continente, vestiti in forma rappresentativa, con la bandira del colore del proprio continente, e 2 giovani panamensi che lo hanno accompagnano attraverso una riproduzione delle chiuse del Canale di Panama.
2019-01-24 at 19.25.16
WhatsApp Image 2019-01-24 at 19.25.14
WhatsApp Image 2019-01-24 at 19.25.12
WhatsApp Image 2019-01-24 at 19.25.15