Una volta pellegrino, sempre un servo

Monsignor José Domingo Ulloa Mendieta ha vestito “La Negrita” di Costa Rica
Agosto 10, 2018
Santa Rosa da Lima “Primo Fiore di Santià in America”
Agosto 23, 2018

Una volta pellegrino, sempre un servo

Torniamo indietro nel tempo al 1987. Adolfo Araúz Sánchez aveva 26 anni ed era la prima volta che partecipava a una Giornata Mondiale della Gioventù. Buenos Aires -“La Ciudad de la Furia” (La Città della Furia)- ha accolto lui e sette membri della Commissione Nazionale della Pastorale Giovanile, che accettarono questo status, giocoso e stimolante, di primi panamensi ad una GMG.
Atterrati in Argentina, i pellegrini si trovarono in un Paese appena uscito da una dittatura militare che aveva lasciato un vuoto spirituale nei suoi giovani e molte ferite da guarire, così la GMG sembrava una boccata di speranza.
L’attuale professore di biologia, mentre guarda con nostalgia le foto della sua esperienza, sorride e si chiede se Papa Giovanni Paolo II avesse immaginato che Panama avrebbe ospitato una Giornata Mondiale della Gioventù.
“Quando ho saputo che la mia città avrebbe ospitato la Giornata nel 2019 mi sono commosso perchè sapevo che Papa Francesco aveva scelto Panama perchè molti giovani che non hanno i mezzi economici avessero la possibilità di vivere quest’esperienza.”

Il cammino del pellegrino

La GMG di Buenos Aires fu l’inizio di un pellegrinaggio per Adolfo Araúz, che ha avuto la possibilità di assistere ad altre due Giornate: a Roma nel 2000, dove guidò la delegazione panamense, e a Toronto nel 2002, dove, per la prima volta, la sua delegazione si preparò per più di un anno seguendo un itinerario di formazione per poter vivere, in pienezza, l’esperienza.
Dopo aver partecipato a tre GMG ed aver fatto parte della preparazione delle delegazioni sono state alle altre Giornate che sono state realizzate, il percorso di Adolfo Araúz è inestimabile e adesso porta le sue conoscenze nella squadra che costituisce la Direzione Pastorale della GMG 2019. Con questa squadra ha preparato il libretto delle 12 Catechesi Preparatorie, compito che lo riempie di orgoglio, perché il Ministero della Pubblica Istruzione di Panama ha stabilito che sarà il testo di studio per le classi di religione a livello nazionale.
E’ chiaro che per Araúz esiste un prima e un dopo la GMG e sa che ogni pellegrino e volontario che partecipa passa per una trasformazione positiva e spera che la gioventù panamense non sia l’eccezione.